OMMPS17

logo_a_palla_di_foo_infoata_clarity_watermark

Si è conclusa, la 6a edizione dell’Operazione congiunta multidisciplinare tra Forze dell’ordine e nuclei operanti nazionali e internazionali per la ricerca, in ambito penale, di persone scomparse, ritenute vive, decedute o lese. L’attività addestrativa si è tenuta a Rosignano Solvay, e dintorni, dal 21 al 23 aprile 2017, compresi, scorsi. L’esercitazione, patrocinata dal Ministero dell’Interno e dal Comune di Rosignano, è stata organizzata dalla Human Blood Detection Dog (H.B.D.D.) – Unità cinofile per la ricerca di tracce ematiche e resti umani. L’attività ha permesso ai vari partecipanti di approfondire le proprie conoscenze, di sperimentare strumenti, strategie e metodologie nuove, permettendo così di evidenziare i propri punti di forza così come le proprie lacune, mediante la cooperazione sinergica tra i diversi organi, con competenze tecnico-professionali specifiche, interagendo a stretto contatto l’uno con l’altro in perfetta armonia e compartecipazione in un unico scenario d’intervento. All’ attività hanno preso parte ca. 100 persone, di cui 23 unità cinofile per la ricerca in superfice, 10 unità cinofile per la ricerca di tracce ematiche e resti umani, 1 unità cinofila da protezione, 2 unità cinofile per la ricerca di stupefacenti, 6 unità a cavallo, tecnici, oltre a personale provvisto di altre tecnologie e strumenti, come, ad esempio, droni e aerei ultraleggeri. Durante questa edizione sono state rappresentate dai partecipanti, oltre all’Italia, ulteriori 2 nazioni. Nello specifico, la Svizzera con l’associazione “Detection Dog Ticino” e la Francia con l’ente “Securitas”. Un sentito ringraziamento da parte di tutta l’organizzazione, va alla Pubblica Assistenza e Mutuo Soccorso di Rosignano per l’importante e fondamentale componente di supporto organizzativo e logistico, alla Pubblica Assistenza di Collesalvetti per l’indispensabile componente sanitaria, all’unità mobile veterinaria “Clinica Veterinaria Etrusca”, all’ Associazione “Penelope Italia, Comitato Regionale Toscana”, rappresentato dal presidente stesso Avvocato Nicodemo Gentile e dall’Avvocato Francesca Zuccoli, all’ amministrazione Comunale di Rosignano, rappresentata dal vice sindaco Daniele Donati, oltre a tutti i partecipanti di seguito elencati:

Nucleo Investigativo Carabinieri – Livorno;
Nucleo Cinofilo Guardia di Finanza – Livorno;
Nucleo Cinofilo Soccorso Alpino Guardia di Finanza – Arco Alpino;
Polizia Municipale Rosignano Marittimo;
Gruppo Volo Collesalvetti – Livorno;
Giubbe Verdi Compagnia Alta Maremma – Rosignano;
Pubblica Assistenza Rosignano, Nucleo Cinofilo da Soccorso (ANPAS Toscana) ;
Pubblica Assistenza Colle Val d’Elsa (ANPAS Toscana) ;
Pubblica Assistenza Siena (ANPAS Toscana) ;
Pubblica Assistenza Campi Bisenzio (ANPAS Toscana) ;
Pubblica Assistenza Alta Val di Cecina (ANPAS Toscana) ;
Pubblica Assistenza Collesalvetti (ANPAS Toscana) ;
Gruppo Cinofilo ARGO – La Spezia;
Detection Dog Ticino – Svizzera;
Securité Privé – Securitas Mulhouse – Francia;
Centro studi scena del Crimine – Sardegna;
Associazione per lo sviluppo delle risorse forensi – IFORLAB;
Università di Pisa – Divisione di Paleopatologia;
Università di Pisa – Dipartimento di Medicina Legale;
Scuola di Educazione Cinofila “Il Lupo” – Empoli.

Per ultimi, ma non per importanza, un ringraziamento ai figuranti che hanno svolto con abnegazione il delicato compito assegnatogli, ma soprattutto, un profondo e sentito ringraziamento a Diana Proia, Anna Rita Proia e Federico Proia, figli di Antonio Proia, scomparso il 03/11/2013 nei boschi di Follonica, e non ancora ritrovato, per la testimonianza portata.

Documenti disponibili / Available documents:
Patrocinio Comune di Rosignano: Apri/Scarica
Patrocinio Ministero dell’Interno: In attesa
Locandina web: Visualizza
Galleria fotografica: Visita
Stampa: Il Tirreno

Commenti chiusi