OMMPS16

logo_a_palla_di_foo_infoata_clarity_watermarkOMMPS16 – 22 – 24 aprile 2016. Rosignano Solvay e dintorni.
Si è conclusa, nonostante il maltempo, la 5° edizione dell’Operazione congiunta multidisciplinare tra Forze dell’ordine e nuclei operanti nazionali e internazionali per la ricerca, in ambito penale, di persone scomparse, ritenute vive, decedute o lese. L’attività addestrativa si è tenuta a Rosignano Solvay, e dintorni, dal 22 al 24 aprile 2016, compresi, scorsi. L’esercitazione, patrocinata dal Ministero dell’Interno e dal Comune di Rosignano, è stata organizzata dalla Human Blood Detection Dog (H.B.D.D.) – Unità cinofile per la ricerca di tracce ematiche e resti umani, grazie anche al fondamentale e imprescindibile supporto logistico – sanitario della Pubblica Assistenza e Mutuo Soccorso di Rosignano. L’attività ha permesso ai vari partecipanti di approfondire le proprie conoscenze, di sperimentare strumenti, strategie e metodologie nuove, permettendo così di evidenziare i propri punti di forza così come le proprie lacune, mediante la cooperazione sinergica tra i diversi organi, con competenze tecnico-professionali specifiche, interagendo a stretto contatto l’uno con l’altro in perfetta armonia e compartecipazione in un unico scenario d’intervento.
All’ attività hanno preso parte 197 persone, di cui 62 unità cinofile, 7 unità a cavallo, oltre a personale provvisto di altre tecnologie e strumenti, come, ad esempio, droni e aerei ultraleggeri. Durante questa edizione sono state rappresentate dai partecipanti 8 regioni d’Italia (Toscana, Lazio, Sardegna, Emilia-Romagna, Veneto, Liguria, Friuli Venezia Giulia, Abruzzo) e 2 nazioni (ITA e USA). Un sentito ringraziamento da parte di tutta l’organizzazione, va alla Pubblica Assistenza e Mutuo Soccorso di Rosignano per l’importante componente logistica e sanitaria, all’unità mobile veterinaria “Acquaviva”, all’ Associazione “Penelope Italia”, all’ amministrazione Comunale di Rosignano, a tutti i partecipanti e, per ultimi, ma non per importanza, ai figuranti che, nonostante il maltempo, hanno svolto con abnegazione il delicato compito assegnatogli. Ma soprattutto, un profondo e sentito ringraziamento ad Anna Rita Proia, figlia di Antonio Proia, scomparso il 03/11/2013 nei boschi di Follonica, e non ancora ritrovato, per la testimonianza portata. Attività proficua che sicuramente sarà mantenuta in essere per il futuro.

Documenti disponibili / Available documents:

Galleria fotografica: Raccolta
Locandina Web: Locandina
Patrocinio Comune di Rosignano: Visualizza
Patrocinio Ministero dell’ Interno: Visualizza
Articoli giornalistici:
21.04.2016 – Emergency Life
22.04.2016 – Il Tirreno
22.04.2016 – La Nazione
23.04.2016 – ANPAS Toscana
23.04.2016 – GoNews
23.04.2016 – Il Tirreno
26.04.2016 – GoNews

Video:
Trailer OMMPS16

Commenti chiusi